www.cablex.ch
cablex SA | Tannackerstrasse 7 | 3073 Gümligen |

08/05/2020  /  Martina Strazzer
news

Apprendisti ai tempi del coronavirus.

Focus: buone prospettive per il futuro.

A causa dell'emergenza coronavirus, nelle ultime settimane ci sono stati dei cambiamenti in tutti i settori di attività di cablex. In molti posti sono state modificate le condizioni di lavoro. I compiti sono stati spostati all'home office, i team in cantiere lavorano con dispositivi di protezione e alcuni colleghi attualmente non possono lavorare. Anche i nostri apprendisti si trovano nella stessa situazione. Abbiamo chiesto loro come stanno vivendo questo periodo straordinario.

Quest'anno presso cablex sono 52 gli apprendisti che svolgono la loro formazione come elettricisti di rete AFC con orientamento Telecomunicazioni, installatori elettrici AFC o montatori elettricisti AFC, di cui 17 sono al primo anno di apprendistato, 17 al secondo e 18 al terzo o quarto.

Abbiamo parlato con Joshua, Rafael e Toni della situazione straordinaria della formazione ai tempi del coronavirus. Tutti e tre gli apprendisti stanno svolgendo presso cablex la loro formazione come elettricisti di rete con orientamento Telecomunicazioni. Joshua e Rafael sono al primo anno di apprendistato e Toni al terzo anno e finirà il suo apprendistato nell'estate del 2020. I motivi che li hanno spinti a scegliere questa professione sono diversi. Mentre a Joshua piace lavorare all'aperto e godere dei bei panorami dalle antenne e dalle linee aeree, Rafael apprezza le molteplici attività della sua professione. Toni lavorava inizialmente come collaboratore temporaneo presso cablex, ha imparato ad apprezzare il lavoro e i colleghi e successivamente ha iniziato il suo apprendistato presso cablex.

Le scuole professionali e i centri di formazione per i corsi interaziendali (CI) rimarranno chiusi fino al 7 giugno 2020. Pertanto le scuole professionali trasmettono le conoscenze teoriche una volta alla settimana mediante l'home schooling. I formatori professionali cablex e gli apprendisti comunicano principalmente mediante la piattaforma Microsoft Teams (tramite tablet) o tramite cellulare.



Come ci si può immaginare a grandi linee lo svolgimento della lezione nella classe digitale?

Joshua: «Lavoriamo nella classe virtuale "Moodle". L'insegnate archivia lì degli ordini per noi e ci informa via e-mail su tutti gli aggiornamenti. Risolviamo i compiti, che in parte devono essere completati entro un determinato periodo di tempo, e successivamente informiamo l'insegnante per e-mail. Infine l'insegnante ci dà un voto. Sinceramente non penso che questa piattaforma didattica sia ideale, perché non si può avere un dialogo o porre domande in caso di problemi di comprensione.»

Joshua nel laboratorio a Oftringen.

Rafael: «Comunichiamo con l'insegnante della scuola professionale esclusivamente attraverso la piattaforma Microsoft Teams. Funziona molto bene, anche se ovviamente non si può paragonare con la regolare lezione in classe. L'umore degli apprendisti è tuttora molto buono.»

Toni: «All'inizio dell'emergenza coronavirus lavoravamo con la piattaforma Zoom. Ma siamo riusciti velocemente a convincere l'insegnante della scuola professionale a passare a Teams. Ora io devo concentrarmi sulla preparazione all'esame finale di pratica. Anche per l'esame ricevono esercizi tramite Teams dal mio formatore professionale.»

Tutti gli apprendisti che hanno un'auto propria lavorano come sempre in cantiere per esercitarsi e imparare le attività pratiche. Le misure di protezione disposte dall'UFSP finora non consentono che più persone possano recarsi in cantiere con la stessa auto.

Come si può garantire che impariate comunque le conoscenze pratiche di base per le vostre professioni?

Joshua: «Alla Centrale Unterentfelden posso andare in bici. Lì tra le altre cose ho potuto eseguire misurazioni Power. Altrimenti a Oftringen abbiamo a disposizione delle postazioni in officina quattro giorni alla settimana. Qui possiamo svolgere mansioni pratiche sotto la guida del nostro formatore professionale.»

Rafael: «A Dielsdorf è stata creata per noi una parete di esercitazione dove possiamo svolgere lavori pratici. A causa del numero limitato di persone consentito la si può usare due o tre volte alla settimana sulla base di un piano predefinito. Io sono regolarmente in contatto telefonico con i miei colleghi della regione e quando si svolgono lavori in cantieri nelle vicinanze ci vado con i mezzi di trasporto pubblico.»

Toni nel suo lavoro quotidiano in cantiere.

Toni: «Io ho una mia auto e lavoro in cantiere senza limitazioni. Spesso lavoriamo negli stessi team e applichiamo coerentemente le misure protettive richieste. Prima dei miei esami probabilmente potrò frequentare ancora un corso di ripetizione sul tema cavi in fibra ottica (SCFO), rame e tecnica di misurazione per consolidare i temi d'esame e prepararmi al meglio.»

La Confederazione ha deciso che quest'anno coloro che conseguono un certificato AFC e CFP (procedura di qualifica) non svolgeranno gli esami finali scritti. I voti delle pagelle semestrali ricevuti fino alla fine del primo semestre 2019/2020 confluiscono nella valutazione complessiva. Per il semestre di primavera 2020 non vengono conferiti voti nelle pagelle.

Gli esami pratici si svolgono conformemente al piano degli esami nelle settimane 24+25/2020. Tuttavia gli esami riguardano solo i temi centrali dell'orientamento Telecomunicazioni (rame, SCFO e tecnica di misurazione). Inoltre gli esami si svolgono in piccoli gruppi composti rispettivamente da quattro apprendisti.

Toni, qual è la tua situazione concreta? Riesci a prepararti bene/sufficientemente agli esami in questo modo?

«Per me il fatto che non ci siano gli esami di teoria non è un problema, visto che durante il semestre ho preso buoni voti. Penso anche che si sia presa la decisione giusta, visto che a casa non ci si può preparare bene come a scuola. Tuttavia ritengo che sia un peccato che la stampa sia dell'opinione che in questo modo agli apprendisti vengano quasi regalati gli esami e i certificati.

Credo che gli esami pratici sui tre temi centrali rame, SCFO e tecnica di misurazione siano un bene. Qui possiamo dimostrare ciò che abbiamo imparato in cantiere negli ultimi anni. A scuola il 70% del tempo è dedicato ai temi energia e relativi all'energia e alla corrente e il 30% al tema delle telecomunicazioni.»

Nonostante le condizioni dovute al coronavirus, i tre apprendisti sono molto motivati e si sentono ben seguiti anche in questo periodo straordinario. Ovviamente tutti noi speriamo di poter tornare a lavorare normalmente nella seconda metà del 2020. Finora tutti i cablexiani hanno dimostrato di saper affrontare le crisi e continuare a dare il loro meglio anche nei momenti difficili. Tutti i progetti e tutte le attività vengono portati avanti con passione e un grande impegno e lo spirito di squadra è più forte della crisi. Grazie di cuore a tutti!

 Auguriamo ai nostri apprendisti di mantenere alta la loro motivazione e tenacia e poi buona fortuna e tanto successo per i loro esami!

cablex SA | Tannackerstrasse 7 | 3073 Gümligen | Telefono 0848 222 539 | cablex.info@cablex.ch